Documenti e protocolli

Turchia


Per i viaggiatori in partenza dall’Italia che entrano in Turchia dalle frontiere via aria, terra e mare non verrà richiesto l’esito negativo del test PCR e non verranno applicate misure di quarantena a condizione che venga presentato un documento rilasciato dalle autorità competenti del proprio paese attestante che l’interessato ha completato il ciclo di vaccinazione  almeno 14 giorni prima dell’ingresso nel paese e/o ha già contratto ed è guarito dal Covid negli ultimi 6 mesi.

Coloro che non presenteranno un certificato vaccinale o la certificazione attestante di essere guariti dal Covid, dovranno presentare il risultato negativo del test PCR effettuato nelle 72 ore precedenti all’arrivo o di un test antigenico rapido effettuato non oltre le 48 ore precedenti l’ingresso nel Paese.

Tutti i passeggeri in ingresso in Turchia devono compilare 72 ore prima della partenza il Travel Entry Form, disponibile nel sito della Farnesina (consulta il sito “viaggiare sicuri” , Paese Turchia). Un codice HES verrà automaticamente generato dal sistema. Si consiglia di portare sempre con sé copia del codice HES personale (10 caratteri) poiché sarà indispensabile per effettuare una serie di attività durante il soggiorno, come ad esempio accedere a centri commerciali, usufruire del trasporto pubblico etc.

Chiunque entri in Turchia da tutti i varchi di frontiera, può essere sottoposto al test PCR a campione nei punti di arrivo. Tutti i passeggeri in ingresso in Turchia devono compilare il Travel Entry Form, disponibile qui, 72 ore prima della partenza. Un codice HES verrà automaticamente generato dal sistema. Si consiglia di portare sempre con sé copia del codice HES personale (10 caratteri) poiché sarà indispensabile per effettuare una serie di attività durante il soggiorno, come ad esempio accedere a centri commerciali, usufruire del trasporto pubblico etc.

Fino al 30 luglio 2021, la normativa italiana non consente spostamenti per turismo verso la Turchia.

Macro Destinazione
Contattaci