Destinazione: Birmania

Birmania classica & Kengtung - 9 notti


Yangon, Bagan, Monywar, Mandalay, Lago Inle, Kengtung (Triangolo d’Oro)


12 giorni / 9 notti – Partenze dall’Italia ogni lunedì su base collettiva con guida in italiano
Pensione completa
Partenze giornaliere su base privata in pensione completa su richiesta


1° giorno: ITALIA
Partenza dall’Italia. Pernottamento a bordo.


2° giorno: YANGON (pranzo escluso)
Arrivo all’aeroporto internazionale di Yangon e trasferimento in hotel. Tour di Yangon: con la visita al gigantesco Buddha sdraiato (Chaukhtatgy), e alla pagoda Shwedagon. Dopo le visite, si può ammirare il panorama a 360 gradi di tutta la città dalla terrazza di un palazzo, sorseggiando un cocktail (compatibilmente con l’orario di arrivo). La giornata si conclude con la cena in ristorante tipico.


3° giorno: YANGON / BAGAN
Di primo mattino trasferimento in aeroporto e partenza per Bagan – arrivo in circa un’ora. Si approfitta delle ore più fresche della giornata per la visita della località più affascinante della Birmania. Si dice che siano stati costruiti più di 13.000 tra templi e pagode anche se ora ne rimangono circa 2.000. Sosta presso il colorato mercato a Nyaung-oo, molto animato nelle ore mattutine, e visita della splendida pagoda Shwezigon, divenuta il prototipo per tutte le altre pagode birmane, e sosta presso una fabbrica della lacca. Visita dei templi di Manuha e di Ananda, quest’ultimo costruito con bianche guglie per simboleggiare le cime innevate delle montagne dell’Himalaya. Non può mancare un giro in calesse nella piana che si concluderà al tramonto per cogliere pienamente l’atmosfera fuori dal tempo di questo scenario incredibile. Pranzo in ristorante locale e cena sempre in ristorante, con spettacolo di danze.


4° giorno: BAGAN / MONYWAR (via terra)
Prima di lasciare Bagan, breve visita al terrario delle tartarughe stellate, una specie che si trova solo in alcune regioni asiatiche. Partenza per Monywar attraversando i paesaggi della parte centrale birmana, e si possono osservare le coltivazioni, i villaggi, e la vita locale. Arrivo dopo circa 3 ore e pranzo in ristorante. Visita delle grotte di Po Win Daung, uno straordinario complesso di più di 900 caverne scavate nelle colline che racchiude al proprio interno molte statue di Buddha e affreschi ben conservati. Cena in hotel.


5° giorno: MONYWAR / MANDALAY
Monywar è solo una piccola cittadina ma si rivelerà come una delle più grandi sorprese e gioielli nascosti del Myanmar, caratterizzata da elementi culturali di grande interesse. Il primo è la pagoda di Thambodday, con più di 600 mila immagini di Buddha e due enormi statue di elefanti bianchi a guardia. Il secondo è il Bodhi Tataung, formato da due gigantesche statue di Buddha: una in piedi da 116 metri e l’altra sdraiata da 95 metri. Segue poi il trasferimento a Mandalay con arrivo dopo circa 3 ore e pranzo in ristorante locale a Sagaing. Visita al monastero Shwenandaw, con splendidi intarsi di legno, meraviglioso esempio di arte tradizionale birmana ed unico superstite degli edifici del Palazzo Reale andati completamente distrutti durante la seconda guerra mondiale. Segue poi la pagoda Kuthodaw Paya, che fu il risultato di un grande sinodo di 2.400 monaci. Nel caso rimanga tempo a sufficienza si prosegue per la vista panoramica su tutta la città dalla collina di Mandalay. Cena in hotel.


6° giorno: MANDALAY / AMARAPURA / COLLINE DI SAGAING / MINGUN
Visita dell’affascinante Amarapura. Qui si trova il più grande monastero del Paese, il Mahagandhayon, dove si assiste alla processione e al silenzioso pasto comunitario dei monaci. Si prosegue per il ponte U Bein, il più lungo ponte di tek al mondo e si ammira da un punto panoramico le colline di Sagaing, costellate da templi e bianche pagode. Si continua poi per il quartiere dove viene lavorato il marmo e si visita la pagoda Mahamuni, all’interno della quale troviamo la grande statua del Buddha seduto proveniente dall’Arakhan e ricoperta di sfoglie d’oro votive. Passeggiata nel mercatino variopinto e pranzo in ristorante locale. Quindi, trasferimento a Mingun, l’antica città reale, in battello locale e lungo le rive del fiume si osservano panorami e scene della vita fluviale. Visita alla zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, una campana di bronzo di dimensioni colossali, dal peso di 90 tonnellate, e la pagoda Myatheintan, costruita con particolari spire bianche, simboleggianti monti mitologici. Cena in ristorante locale. Pernottamento a Mandalay.


7° giorno: MANDALAY / HEHO (LAGO INLE) / IL MISTERIOSO SITO DI INTHEIN
Trasferimento in aeroporto e breve volo da Mandalay per Heho, nello stato Shan. Proseguimento per il lago Inle attraverso un percorso panoramico, ed arrivo in circa un’ora. Imbarco su motolance e tour del lago Inle, con pranzo in ristorante. Si incontra così una popolazione unica, quella degli Intha, che abita sulle acque del lago, e dal lago trae sostentamento e ogni risorsa. Si vedono i pescatori che remano con la gamba e pescano con una speciale nassa conica, i giardini galleggianti costruiti con fango e giacinti d’acqua ed ancorati al fondo con pali di bambù. Visita delle splendide colline di Inthein, in un braccio secondario del lago. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo che circondano un antico monastero. Attraverso i canali rurali, e dopo una breve camminata si arriva nella zona archeologica. Ritorno al pontile attraversando una foresta di bambù. Segue la visita del monastero Nga Pha Kyaung, famoso un tempo per i gatti addestrati dai monaci, e della grande pagoda Phaung Daw U Kyaung, la più importante dello Stato degli Shan. Rientro per la cena in hotel.


8° giorno: HEHO / KENGTUNG
Trasferimento in aeroporto per volo per Kengtung con volo di linea aerea privata. Arrivo nella cittadina capitale dello stato Shan, costruita attorno ad un lago e circondata da verdi montagne. In queste zone vivono 37 raggruppamenti di villaggi di varie ed interessanti etnie, dette genericamente le tribù del "triangolo d’oro". Si dice che Kengtung sia stata fondata 1000 anni orsono ed è ricca di antiche pagode, templi e monasteri. Visita ad un interessante villaggio delle tribù Palaung-a-wa-pon, che vivono insieme in longhouses di 3 o 4 famiglie. Rientro a Kengtung. Cena in ristorante locale.


9° giorno: KENGTUNG (TRIANGOLO D’ORO)
Giornata dedicata al trekking per la visita delle tribù più interessanti del triangolo d’oro birmano, con le proprie usanze e gli affascinanti costumi tradizionali, ancora non contaminati dal turismo. Si visiteranno villaggi isolati delle tribù di montagna appartenenti ai gruppi etnici degli Akha, dagli splendidi vestiti e copricapi adorni di monete d’argento, degli Ann-lisu, detti “dai denti neri” per l’abitudine di masticare il betel, e dei Lahu. Pranzo al sacco. In serata rientro a Kengtung e cena in hotel. (N.B. a causa i movimenti stanziali delle tribù, alcune potrebbero essere fuori zona e non visitabili).


10° giorno: KENGTUNG / YANGON
Visita del famoso mercato di Kengtung dove si incontrano ulteriori tribù locali nei loro costumi. Visita delle antiche pagode e monasteri di Kengtung con influenze architettoniche sino-thailandesi. Seconda colazione in ristorante locale. Trasferimento in aeroporto e volo per Yangon. Arrivo e trasferimento in hotel. Cena in hotel.


11° giorno: YANGON / ITALIA
Proseguimento delle visite alla città e tempo per lo shopping nel grande mercato. Si visiteranno il centro coloniale con i bei palazzi in stile vittoriano e Chinatown, il classico quartiere cinese trafficato di risciò e bancarelle con ogni genere di articoli, di templi dipinti di rosso, di ristorantini e di piccoli artigiani. Pranzo in ristorante in corso d’escursione. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia.


12° giorno: ITALIA
Arrivo in Italia.






Stai per viaggiare con Dimensione Turismo?
Compila il consenso al trattamento dei dati sensibili.